Il vero ingegnere...


*

Non ha vita sociale - e può dimostrarlo matematicamente.

*

Adora il dolore (specie su se stesso).

*

Conosce perfettamente il calcolo vettoriale, ma non si ricorda come fare una divisione a mano.

*

Ridacchia ogni volta che sente parlare di 'forza centrifuga'.

*

Conosce ogni singola funzione della propria calcolatrice grafica.

*

Quando si guarda allo specchio, vede un laureando in Ingegneria.

*

Se fuori è bello e ci sono 30 gradi, sta in casa a lavorare sul computer.

*

Fischietta di frequente il motivetto di Mac Gyver.

*

Studia per gli esami anche il venerdì sera.

*

Sa derivare il flusso dell'acqua della vasca da bagno e integrare il volume richiesto dagli ingredienti del pollo arrosto.

*

Pensa "matematicamente".

*

Ha calcolato che la Serie A del campionato diverge per A sufficientemente grande.

*

Se può cerca di non fissare troppo gli oggetti, perché teme di interferire con le loro funzioni d'onda.

*

Ha un micio con il nome di uno scienziato.

*

Ride alle barzellette sui matematici.

*

È ricercato dalla Protezione Animali perché ha tentato l'esperimento di Schroedinger sul proprio gatto.

*

Traduce direttamente l'italiano in formato binario.

*

Non riesce proprio a ricordarsi cosa ci sia dietro la porta del Centro di Calcolo marcata "EXIT".

*

È cocacola-dipendente.

*

Cerca di muoversi il meno possibile per non contribuire alla morte entropica dell'Universo.

*

Considera qualsiasi altro corso non scientifico troppo facile.

*

Quando il professore chiede la consegna del progetto, dichiara di essere riuscito a calcolarne il momento vibrazionale in modo così esatto, che, secondo il principio di Heisenberg, esso potrebbe trovarsi in qualsiasi punto dell'universo.

*

Assume come ipotesi di lavoro che un "cavallo" possa approssimarsi ad una "sfera" per semplificare i conti.

*

Ride ad almeno cinque punti di questa lista.

*

Fa una stampa di questo file, e se la attacca in casa.